Cheilante

  • Invia ad un amico
  • Richiedi un preventivo

SANTERNO LOGO2

Paglierino. Naso sobrio poi apre a sentori di frutta gialla matura, fiori di ginestra, minerale e finale di erbe aromatiche. Assaggio caldo, di struttura ben sostenuta dalla freschezza. Chiusura di media persistenza fruttato e minerale. Abbinamento consigliato: ombrina in crosta di patate e timo. ("Emilia-Romagna da Bere 2020")

Note tecniche

Denominazione:
Manzoni Bianco Rubicone I.G.T.
Uvaggio:
100% Manzoni Bianco
Linea:
Santerno Wines
Tipologia di Terreno:
Medio impasto
Residuo Zuccherino:
dry
Affinamento:
Acciaio
Regione:
Emilia-Romagna

SCARICA LA SCHEDA TECNICA E I PREMI

Note di degustazione

Tra il 1924 e il 1935, presso la Scuola enologica di Conegliano, il professor Luigi Manzoni inaugurò, primo in Italia, una intensa attività di sperimentazione sulla vite con l’intento di ottenere “un vino ad uva bianca e a uva nera che potesse sostituirsi con vantaggio alle varietà sino a quel momento coltivate”. Da tali studi risultarono numerosi Incroci, frutto della combinazioni di diverse varietà, tra i quali, appunti, il cosiddetto Incrocio Manzoni 6.0.13, altrimenti detto Manzoni Bianco.

Figlio dell’unione tra Riesling e Pinot Bianco, esso conobbe ben presto grande fortuna grazie alle preziose caratteristiche ereditate dai suoi genitori botanici: oltre ad una grande adattabilità, che ne consentiva un efficace impianto su diverse tipologie di terreno, l’Incrocio Manzoni 6.0.13 mostrò da subito anche una importante resistenza alle più temute avversità fitosanitarie, prime tra tutte la botrite e il mal dell’esca.

Sebbene nato in Veneto, il Manzoni Bianco possiede quindi nel propri geni (letteralmente) la vocazione alla ricerca di sempre nuove declinazioni territoriali, per tradursi in versioni tanto simili quanto profondamente originali.

Un coro variegato, gioioso, nel quale i diversi terroir stimolano la fantasia del produttori per valorizzare al meglio le meravigliose caratteristiche di questo vitigno e che da oggi, con Cheilante, si arricchisce di una nuova voce.

La Valle del Santerno, con le sue speciali caratteristiche pedo-climatiche, offre infatti al Manzoni Bianco un prezioso palcoscenico sul quale risplendere: traendo corpo dalla terra e affinando il proprio profilo aromatico grazie al microclima della valle, ciò che ne deriva è un vino dalla grande personalità, ben strutturato e con una eccezionale intensità sia minerale che alcolica.

Da servirsi preferibilmente fresco (10-12°C), si abbina alla perfezione a crudi di pesce, frutti di mare, crostacei, ma anche a carni delicate (agnello) e formaggi breve o media stagionatura.

LEGGI ANCHE

Il vino del Mese: Manzoni Bianco I.G.P. 2018 "Cheilante"

"Emilia-Romagna da Bere 2020"

Altro in questa categoria: « Istrione Diaterna »

Il Nostro ImpegnoColtiviamo insieme il grande futuro del vino italiano

COMPETENZA

UN TEAM DI PROFESSIONISTI SPECIALIZZATI IN OGNI SETTORE Piani di produzione e strategie commerciali comuni sono sviluppati da un team di professionisti specializzati in ogni singolo settore. 

Leggi tutto

SOSTENIBILITA'

UN’ANIMA GREEN COME LE NOSTRE VIGNE L'attenzione all'ambiente e alla salute dei nostri clienti è più di un servizio: è una missione per la quale ogni giorno, con passione rinnoviamo il...

Leggi tutto

CONTROLLO QUALITA'

CONTROLLO GARANTITO SU OGNI BOTTIGLIA Tenute d'Italia garantisce il controllo completo della filiera produttiva di ogni bottiglia commercializzata.

Leggi tutto